Convention 8 MARZO FOLCLORE O DIRITTI? – Collettiva ARTE è…DONNA

L’associazione “E.VA onlus – Emergenza contro la ViolenzA” e la società C.A.SA Edizioni presentano una serie di incontri dedicati alla donna durante i quali verranno approfonditi temi di grande attualità. 

1° marzo, alle ore 17,30 – Te-party con intrattenimento musicale e inaugurazione della Collettiva “Donna è …arte” 
In esposizione opere di Microcollection, Roberta Briatico, Eugenia Grassi, Eva Reguzzoni, Elisa Rossini. 
2 marzo, alle ore 16,00 – Incontro con personaggi femminili appartenenti alle varie istituzioni e a diversi profili professionali sul tema: Folclore o diritti? Seguirà rinfresco.
7 marzo, alle ore 17,30 – Aperitivo e musica per chiusura manifestazione.

Da lunedì 3 e giovedì 6: workshop con le artiste.
I workshop sono a ingresso libero e su prenotazione. Per poter essere attivati, prevedono un numero minimo di partecipanti.
Il programma giorno per giorno:
lunedì 3 marzo: Infopoint associazione E.VA onlus 
martedì 4 marzo: ore 17.00 Workshop – Skin experience di Eugenia Grassi 
mercoledì 5 marzo: ore 17.00 Workshop – “Separ-azione (famigliare)” di Elisa Rossini + ore 18.00 Workshop – Microcollection di Elisa Bollazzi
giovedì 6 marzo: ore 17.00 Workshop – “Comunicare è arte” con Michela Diani, pedagogista, e Vincenzo Ciaraffa, giornalista.

L’esposizione sarà visitabile tutti i giorni dall’1 al 7 Marzo dalle 17.00 alle 19.00. 

INTRODUZIONE DI M.G. MASSIRONI:

Questa collettiva nasce dal desiderio di parlare di donne e di femminilità attraverso linguaggi lontani dalla retorica e trae vigore dalla necessità di creare situazioni artistiche e culturali rivolte al maggior numero di persone possibile.
Tra i nostri pensieri c’era quello di radunare un gruppo di artisti attorno al quale far crescere un progetto che avesse al centro i temi più urgenti e sentiti del dibattito. 
Una fortunata serie di coincidenze e di incontri tra pensieri e persone con obiettivi comuni, una sorta di felice serendipity, ha fatto sì che, in tempi relativamente brevi, intorno a quest’idea, se ne sviluppassero altre.
Si è così creato un piccolo gruppo di lavoro che ha reso possibile la realizzazione di questo primo progetto: una conclusione preziosa che ha tutta l’ambizione di essere un punto di partenza.
Alla collettiva hanno partecipata artiste con lavori che attendono all’universo femminile e parlano di donne utilizzando strumenti e linguaggi mai banali.
Le abbiamo scelte in base alle emozioni che attraverso i loro segni/segnali hanno saputo trasmetterci, al modo in cui hanno saputo comunicare la loro personalissima ricerca.
Troverete ironia, leggerezza, profondità, sogno, colore e bianco e nero. Troverete spazi pieni e spazi vuoti. Ne siamo certi, vi ritroverete.
(M.G. Massironi)